Suggerimenti

RENAULT FRENDZY – GUARDA INDIETRO

Esattamente dieci anni fa, Renault presentava oggi una concept car maliziosa; la frenesia. Ha offerto un’anteprima di diverse Renault.

La Renault Frendzy Concept è uscita dal cilindro il 7 luglio 2011, perché l’IAA ha dovuto aspettare alcuni mesi. Quella era la fiera in cui la Frendzy poteva essere ammirata fisicamente per la prima volta, solo la Renault l’ha mostrata in digitale. Era la quarta concept car di una serie di modelli di studio che mostravano ampiamente il futuro della Renault. Prima c’è stata la coupé sportiva Dezir, poi è arrivata la Captur (sappiamo tutti dove ha portato) e la R-Space che ha preceduto la Zoe. E poi quasi dimentichiamo lo Scénic.

I Frendzy hanno mostrato, come ora sappiamo, principalmente quale fosse il futuro del Kangoo. Più specificamente, era un’anteprima di una versione più moderna del Kangoo a trazione elettrica, il Kangoo Z.E.. Dopotutto, il Frendzy aveva anche una trasmissione elettrica, con un motore elettrico da 60 CV e 226 Nm e una batteria agli ioni di litio. Ha ottenuto la Z.E. anche.
L’aspetto futuristico, con le grandi porte suicide, le curve speciali nella carrozza e l’interno simile a un’astronave erano riservati alla Frendzy. Al massimo, quello che abbiamo visto dal Frendzy retroattivamente è il naso. Dopotutto, questo ricordava già ampiamente il Twingo presentato nel 2014 e vediamo anche alcuni degli attuali Scénic ed Espace. Sebbene la base tecnica fosse parallela al Kangoo Z.E., il Kangoo – anche la nuova generazione presentata di recente – non prese molto in prestito dal Frendzy. Particolare speciale, tra l’altro, con cui il Frendzy tradisce in qualche modo la sua età: i contenuti multimediali sia all’interno che all’esterno sono stati gestiti con il BlackBerry PlayBook. Un tablet con cui BlackBerry ha cercato di competere con l’iPad di Apple all’epoca.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *